Press "Enter" to skip to content

Meteo: la Valle d’Aosta risparmiata dal forte maltempo in arrivo

AOSTA – A titoli cubitali molti quotidiani italiani annunciano l’arrivo di pioggia, neve e freddo. Un calo delle temperature simile a quelle registrate in autunno inoltrato, con una discesa della colonnina di mercurio vicina ai 10 gradi centigradi.

Quadro meteorologico in ‘profondo nero’ da cui sembra essere esente la Valle d’Aosta.

Luca Stefanoli, Previsore meteo dell’Ufficio Meteorologico Regionale, invita a considerare questi annunci allarmanti con massima cautela.

Nel pomeriggio odierno – anticipa – è prevista una notevole nuvolosità. Questo è sicuro. Ma le possibili precipitazioni saranno di portata molto lieve, con un calo del limite neve tra i 1.400 e i 1.600 metri”.

Tiene, inoltre, a puntualizzare come non si parli di nevicate di accumulo, ma di un manto nevoso molto sottile.

In riferimento alle precipitazioni piovose “saranno molto deboli in città, dal settore Nord-Ovest, in graduale espansione”. Si sofferma sulla tipologia delle precipitazioni, descrivendone i dettagli: “Convettive e Avvettive. Le prime vengono prodotte da una diminuzione della pressione atmosferica locale. In questo caso, si creano nuvole verticali e le conseguenti precipitazioni sono, di solito, abbondanti. Nel caso delle ‘avvettive‘ sono, in genere, di debole o più moderata intensità e possono insistere per diverse ore, se non, addirittura, per l’intera giornata”.

Continua la descrizione di Luca Stefanoli: “La ‘saccatura’ interessa la Valle d’Aosta, fin da adesso, con l’aumento graduale della nuvolosità. Parliamo – spiega – di una zona cuneiforme di bassa pressione che si diparte da un centro ciclonico, circondata da alte pressioni. Ma – puntualizza, in chiusura, il Previsore meteo – nessun fronte sta attraversando la Valle e, quindi, avremo un’abbondante umidità con precipitazioni deboli”.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram