Press "Enter" to skip to content

Maturità 2022: ritornano le due prove scritte

AOSTA – Avranno inizio il 22 giugno 2022, alle 8,30, gli esami di Maturità, con la tradizionale apertura della prima prova scritta di italiano, predisposta su base nazionale.

Saranno sette tracce di diverse tipologie, sulla linea della prima prova pre-pandemia. Il giorno seguente, sarà in programma la seconda prova che si baserà sulla disciplina di indirizzo individuata e comunicata dal Ministero dell’Istruzione. Non sarà su base nazionale, ma organizzata dalle singole Commissioni d’esame, che terranno in considerazione il percorso intrapreso dagli studenti in questo anni devastati dall’emergenza epidemiologica.

La prova orale consisterà in un colloquio con l’audizione di un testo, documento, problema, progetto scelto dalla Commissione.

Annullata la ‘tesina’, ovvero il documento preparato dai maturandi e illustrato alla Commissione il giorno dell’orale, che aveva consentito di concretizzare gli esami nello scorso biennio.

Rispetto al passato, rimarrà invariata la composizione della Commissione d’esame formata da sei commissari interni, con solo il Presidente esterno.

Questi i punteggi: 40 punti al percorso scolastico, 60 all’esame. Il voto finale sarà sempre in centesimi con un massimo di 100/100.

Esami tradizionali anche la Terza Media. Due le prove scritte: italiano e una riferita alle competenze logico-matematiche; seguirà un colloquio durante il quale verranno accertate anche le competenze della lingua inglese.

La votazione finale rimarrà in decimi.

Fra gli studenti regna un forte malcontento. “Speriamo di essere convocati dal Ministero – sollecitano -. Non si tiene conto degli ultimi tre anni, penalizzati da un esame senso senso. Così non ci stiamo e siamo pronti ad organizzare una mobilitazione”.

S.L.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram