Press "Enter" to skip to content

Mascherine al chiuso: incerto lo ‘stop’ dal 1 maggio. Confronto tra Draghi e Speranza

AOSTA – Dubbi, forti dubbi sull’addio dell’uso della mascherina nei luoghi chiusi, a partire dal 1 maggio 2022.

L’incremento dei contagi registrato con cadenza giornaliera, potrebbe indurre il Governo a stabilire una proroga. Un fine mascherine al chiuso che si presenta sotto i peggiori auspici.

La curva dei casi di positività, ancora consistente, è aggravata dalla diffusione di Omicron 2, la variante Covid con una elevata contagiosità. E’ molto probabile, quindi, che il ritorno ad un quotidiano a viso scoperto anche al chiuso, non venga decretato dal 1 maggio prossimo.

Molti Scienziati frenano su questa data. La decisione definitiva dovranno sancirla il Premier Draghi e il Ministro della Salute Roberto Speranza, dopo un attento esame del quadro contagi.

A livello nazionale, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 88mila nuovi casi positivi; in Valle d’Aosta, ieri, 5 aprile, il bollettino regionale ne ha segnalati 116, un’esplosione che conferma il perdurare allarmante della presenza del virus Sars-CoV-2.

Il fine stato di emergenza del 31 marzo e i ricoveri molto contenuti in Terapia Intensiva e in area medica hanno portato la classe medico-scientifica ad annunciare un ritorno alla normalità quasi completo. I numeri hanno, poi, costretto i Governatori a ritornare sui loro passi, prevedendo la possibilità di un cambio totale delle previsioni.

Il vero problema è che, nonostante la raccomandazione degli Scienziati, non tutti si preoccupano di indossare la mascherina al chiuso, oppure ne fanno un uso approssimativo. Nonostante costituisca un valido scudo contro l’infezione da Covid-19. Dopo i vaccini, beninteso.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram