Press "Enter" to skip to content

L’Usl sospende i primi 9 operatori sanitari non vaccinati, ma quattro fanno ‘dietro front’ e vengono riassunti

AOSTA – Dalle sollecitazioni ai fatti. L’azienda sanitaria regionale Usl tiene a precisare che dei nove sospesi “quattro hanno provveduto a vaccinarsi e, quindi, è stata revocata la sospensione”.

In una nota, l’Unità Sanitaria Locale rassicura i cittadini valdostani, annunciando il “reperimento – si legge – di nuovi operatori corrispondenti a quelli sospesi, in modo che tali assenze non provochino disservizi o aumento di carichi di lavoro sugli altri lavoratori in linea con le vaccinazioni”.

L’azienda fa notare come il numero maggiore dei non vaccinati sia rappresentato dai tecnici di radiologia “sostituiti da un numero di operatori corrispondente a quelli in fase di sospensione”.

Stesso ‘modus operandi’ riservato agli Oss, operatori sociosanitari “per i quali i nuovi arrivi – scrive l’azienda – compenseranno, al completo, i sospesi”.

Anche per il rimpiazzo degli infermieri ‘disobbedienti’ sono in corso iniziative di sostituzione simili, ma non ancora completate.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram