Press "Enter" to skip to content

Lupo: prossima sistemazione reti metalliche più alte, con uguale batteria usata nella pastorizia

AOSTA – Convivenza uomo-lupo, tema di continua, preoccupante attualità. Le predazioni del mammifero non cessano e gli allevatori sollecitano provvedimenti urgenti. Gli ingenti danni non sempre sono coperti dai rimborsi regionali; gli attacchi dei lupi avvengono con cadenza giornaliera, giorno e notte e gli animali sbranati sono sempre numerosi.

Le attuali reti sono troppo basse e non garantiscono alcuna difesa, non essendo elettrificate. Il lupo le ignora – afferma Bonin -. La nuova tipologia che verrà installata, a breve, è più alta ed è munita di filo elettrico innocuo per il mammifero, ma molto valida come protezione. Allontanano l’animale, senza provocare alcun danno fisico”.

Sono reti metalliche amovibili, realizzate per la perimetrazione dei pascoli. Verranno sistemate nelle zone dove la presenza del lupo è consistente. Stando alle testimonianze di molti allevatori di bovini e ovo-caprini, “i carnivori dimostrano di non temere nulla. Attaccano anche in presenza dell’uomo – riferisce Bonin -. E’ chiaro che non è più procrastinabile il posizionamento di dissuasori di maggiore potenza”, conclude l’allevatore di Gressan.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram