Press "Enter" to skip to content

L’Ema avverte: “Siamo entrati nella quarta ondata della pandemia”

AOSTA – La quarta ondata del virus Sars-CoV-2 allarma gli Scienziati dell’Agenzia europea del farmaco Ema. In particolare, il responsabile vaccini e prodotti terapeutici Marco Cavaleri conferma questa situazione epidemiologica molto preoccupante.

“Entriamo nell’inverno – ha dichiarato a Sky TG24 – con l’aumento dei tassi di contagi e ricoveri e stiamo constatando in alcuni Paesi europei anche un consistente aumento dei decessi“.

Sottolinea l’urgenza della vaccinazione: “Non saremo tutti protetti finché ciascuno di noi sarà protetto”.

Una realtà sanitaria complicata, con un nuovo rialzo dei casi di positività al Covid-19. La maggior parte degli Stati europei ha avviato la somministrazione di dosi booster alle persone più a rischio di infezione e di trasmissione. Non è esclusa, pertanto, l’estensione di dosi di richiamo a tutta la popolazione.

Sorge, immediato, un interrogativo: le persone immunodepresse riceveranno una quarta dose?

Marco Cavaleri ha argomentato i possibili risvolti di questa eventualità: “Per i cittadini affetti da patologie serie sono già raccomandate le tre dosi di profilassi anti Covid. Non possiamo escludere che per questo tipo di pazienti una quarta dose si riveli necessaria. Stiamo raccogliendo più evidenze – ha puntualizzato – per informare correttamente ed essere sicuri di trovarci nella posizione di emanare una adeguata raccomandazione. Stiamo anche raccogliendo tutti i dati disponibili”, ha concluso il responsabili dei vaccini e prodotti terapeutici di Ema.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram