Press "Enter" to skip to content

La Valle d’Aosta in ‘rosa’ ricorda, domani, la ‘Festa della Donna’

AOSTA – L’8 marzo, ricorrenza riconosciuta a livello universale, quale giorno dedicato a tutte le donne. Un giorno che, in Valle d’Aosta, viene onorato, come sempre, con numerose iniziative di carattere sociale, culturale, didattico.

Nell’ambito della ‘Saison culturelle’, al Cinéma de la Ville, ad Aosta, verrà proiettato il film “La vita che verrà’, in cui si evidenzia l’ennesima, triste, realtà di una donna vittime dei maltrattamenti del marito. Donna che decide il suo riscatto fuggendo insieme con la figlia.

L’8 marzo verrà ricordato anche da alcune istituzioni, in Piazza Chanoux, dalle 17 alle 18, il Serd, in collaborazione con il locale Ordine delle Professioni Infermieristiche, l’Associazione culturale ‘Framedivision’ e l’Associazione ‘Viola’, proporrà ‘Donne Lavoro Salute’, voci dal mondo della Sanità, del terzo settore e della cultura.

Anche la Cittadella dei giovani, in via Garibaldi, ad Aosta, è parte integrante di questo evento che, nella realtà, ricorda una tragedia accaduta nel 1908, a New York. Protagoniste le operaie dell’industria tessile ‘Triangle Waist Company’ uccise da un incendio esploso all’interno della struttura. Alle 18, in una ‘tavola rotonda, si analizzeranno la parità di genere, discriminazioni e conquiste sociali. Il diritto al voto delle donne, in primis.

Come ogni anno, le parti sociali riservano all’8 marzo il massimo dell’attività e dell’attenzione.

In piazza Arco d’Augusto, a partire dalle 9,30, Cgil, Cisl e Uil allestiranno un banchetto per la vendita del fiore simbolo, la mimosa e devolveranno il ricavato ad iniziative per l’emergenza profughi ucraini.

Il sindacato autonomo Savt distribuirà in tutte le scuole secondarie di secondo grado la brochure dal titolo ‘Pout l’égalité des chances’, un progetto elaborato da studenti e studentesse.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram