Press "Enter" to skip to content

Italia a colori: la Valle d’Aosta completa il ‘bianco’ nazionale con tre giorni di anticipo

AOSTA – Dal 25 giugno, anziché dal 28, come stabilito dal Comitato Tecnico Scientifico, la Valle d’Aosta, l’unica rimasta in ‘fascia gialla’, varcherà la soglia dell’area bianca.

Lo ha deciso un’Ordinanza firmata dal Presidente della Regione Erik Lavevaz finalizzata a prorogare provvedimenti già deliberati, ma con ulteriori allentamenti, simili alla ‘fascia bianca’ autentica. Con il passaggio della regione alpina nella dimensione più comoda, il Paese si presenterà con un unico colore.

Scrivono dagli uffici regionali: “Considerato che la Regione rimane classificata ‘zona gialla’ per ulteriori sette giorni, sulla base di un netto miglioramento del quadro epidemico, l’Ordinanza di oggi, 18 giugno, a partire dal 25 del mese, consentirà la riapertura di: piscine e impianti natatori al coperto, centri benessere e termali, sale giochi e scommesse, sale bingo, Casino“.

“Riapriranno – scrivono ancora dalla Regione – anche musei e altri istituti e luoghi di cultura, centri culturali, centri sociali e ricreativi. Una ripresa di molte attività che sarà, comunque, subordinata al rispetto dei relativi protocolli e linee guida in vigore”.

S.L.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram