Press "Enter" to skip to content

Invasione Ucraina: la ferma condanna delle istituzioni regionale e comunale della Valle d’Aosta

AOSTA – Si è aperta con una sospensione la seconda giornata dei lavori del Consiglio regionale. I capigruppo si sono riuniti e hanno deciso che “viste le notizie ancora frammentarie, ci riuniremo, di nuovo, alle 14.45 per aprire un eventuale dibattito”.

Ma, nell’immediato, il Presidente del Consiglio Valle Alberto Bertin ha espresso la sua preoccupazione per “l’invasione russa in Ucraina”. Una guerra ordinata da Vladimir Putin, ex funzionario del KGB e Presidente della Federazione Russa, dal 2012.

La stessa condanna è manifestata dal Consiglio comunale, di Aosta. Che scrive: “Un atto di guerra ingiustificato che, come sempre, sarà pagato dai popoli con morti e sofferenze”.

E ancora: “La guerra non è mai un mezzo per risolvere i conflitti. Facciamo appello a tutte le istituzioni affinché si adoperino per convincere il Governo russo a ritirarsi in tempi immediati. La nostra solidarietà – si legge ancora nella nota – va ai cittadini e alle cittadine ucraine di ogni appartenenza culturale e linguistica che si trovano, in queste ore, nel mezzo dell’orrore della guerra. Siamo vicini alla comunità ucraina, in Aosta, di cui capiamo bene l’angoscia e il dramma”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram