Press "Enter" to skip to content

Incubo varianti Covid, Infettivologo Catania: “Alcune resistono ai vaccini”

AOSTA – E’ la dura realtà con cui si stanno confrontando gli Scienziati. La resistenza delle varianti del Sars-CoV-2 ai vaccini stravolge la ricerca e l’incessante impegno di Scienziati e Ricercatori.

Fra le varianti del virus, in Valle d’Aosta prevale l’inglese che, come spiega l’Infettivologo Alberto Catania, “non è più letale, ma ha una diffusività dell’80%. E’ la prima variante del Covid-19, a cui hanno fatto seguito la sudafricana e, più di recente, la brasiliana”.

variante inglese

Descrive le peculirtità della sudafricana l’Infettivologo, da pochi giorni Dirigente medico della Struttura Complessa di Infettivologia dell’ospedale Guglielmo da Saliceto, a Piacenza, dopo otto anni di attività con l’incarico di Direttore della Struttura Semplice di Infettivologia, dell’ospedale regionale ‘Parini’, di Aosta.

Ha una più elevata rapidità di contagio e di reinfezione “, sottolinea, annunciando l’avvio della sperimentazione del vaccino dell’azienda biotech di Reithera, studiato all’Istituto Spallanzani, di Roma.

variante sudafricana

Parliamo di un vaccino a vettore virale, con adenovirus dei gorilla. Una profilassi monodose che sta riservando incentivanti riscontri e, ad oggi, nessun effetto collaterale allarmante“.

variante brasiliana

Riprende la descrizione delle principali varianti del Sars-CoV-2: “La resistenza riscontrata nella sudafricana, la stiamo verificando nella variante brasiliana, scoperta nell’Amazzonia, regione dove la pandemia ha causato la morte di un numero indefinito di persone. In ospedale abbiamo anche un caso di variante nigeriana su una donna. La prima variante, ad oggi, di questo genere. Potrebbe essere più infettante”.

variante giapponese

Nella sua diffusione planetaria, il Covid-19 riserva variante in quasi tutti i Paesi del mondo. Non ha risparmiato il Paese del Sol Levante, diffondendosi con una variante specifica, la giapponese, già segnalata in Brasile. “Si presenta con caratteristiche simili alla brasiliana – informa il dottor Alberto Catania- e, quindi, con possibile resistenza ai vaccini”, conclude.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram