Press "Enter" to skip to content

Immunità di gregge, Gimbe: “Traguardo irraggiungibile. Mancano i presupposti”

AOSTA – “Ad oggi – informa, in una nota, Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gruppo Italiano Medicina Basata sulle Evidenze – mancano i presupposti per conquistare un’immunità di gregge contro il Sars-CoV-2. Certezze terapeutiche in grado di proteggere i non vaccinati grazie ad una elevata percentuale di persone non più esposte al contagio in quanto vaccinate o guarite”.

Sottolinea, poi, un dettaglio fondamentale di cui sono a conoscenza gli addetti ai lavori: “I vaccini anti Covid approvati non sono stati sterilizzati, cioé non garantiscono un’immunità totale contro il virus. Neppure chi è vaccinato – puntualizza il Presidente della Fondazione Gimbe – può avere la garanzia totale di non infettarsi e di non essere un veicolo di trasmissione del Covid”.

E’ stato dimostrato come l’efficacia della profilassi si riduca dopo sei mesi dalla prima inoculazione. Ma, in proposito, Cartabellotta taglia corto: “A fronte dell’elevata sicurezza dimostrata dagli oltre cinque miliardi di dosi di vaccino somministrate in tutto il mondo è inutile inseguire la chimera di una popolazione vaccinata in grado dispegnere’ l’interruttore della circolazione del virus”.

Ribadisce, pertanto, la raccomandazione di proseguire con l’immunizzazione per tutti coloro che non presentano particolari controindicazioni, in modo tale da estendere, il più possibile, la prevenzione contro la grave infezione polmonare.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram