Press "Enter" to skip to content

Il nuovo ‘volto’ della pandemia: ‘stop’ al Green pass e mascherine solo in alcuni luoghi al chiuso

AOSTA – Il virus Sars-CoV-2 circola ancora alla grande e, quindi, nonostante il notevole allentamento delle restrizioni, la classe medico-scientifica continua a raccomandare la massima prudenza soprattutto per quanto attiene all’utilizzo delle mascherine, ancora indispensabile nelle occasioni di assembramento.

La situazione ospedaliera è diventata più che gestibile. La Terapia Intensiva è, ormai, Covid free quasi in maniera costante e, nel caso ricoveri, il numero è ai minimi termini. Un’attualità rassicurante, ma l’invito prioritario continua ad essere focalizzato sul ‘non abbassare la guardia’.

Da ieri, 1 maggio, l’addio al Green pass è definitivo. Al contrario, rimane più che mai in ‘prima fila’ l’utilizzo delle mascherine Ffp2 nei luoghi in cui il contagio è ancora insidioso.

Il Ministro Renato Brunetta ha sottoscritto una circolare, inviandola a tutte le amministrazioni pubbliche, basata sull’ordinanza promulgata dal Ministro della Salute Roberto Speranza; documento in cui è caldeggiato l’utilizzo delle mascherine chirurgiche nei luoghi di lavoro pubblici.

In particolare, devono indossarle il personale a contatto con il pubblico sprovvisto di idonea barriera protettiva, per chi è in fila in spazi comuni, per chi divide la stanza con persone ‘fragili’, negli ascensori e nei casi in cui non è possibile escludere assembramenti.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram