Press "Enter" to skip to content

Green pass obbligatorio: favorevole la quasi totalità degli italiani

AOSTA – E’ cominciato il conto alla rovescia che porterà, dal 6 agosto, all’obbligo della certificazione verde per l’accesso ad eventi e a luoghi al chiuso.

L’assenso di due italiani su tre, secondo quanto appurato dall’Agenzia multinazionale di ricerche Ipsos, conferma la consapevolezza della popolazione, indipendentemente dalla collocazione politica, della gravità di questo virus, con particolare apprensione per la variante Delta divenuta, ormai, dominante.

Il contagio aumenta con cadenza giornaliera, frenato soltanto dai vaccini, ma tutt’altro che annientato. Chi ha già ricevuto la prima dose ha una percezione inferiore del rischio, ma non si considera al riparo dall’infezione.

Rassicura la continua ascesa del tasso dei vaccinati; riscontro a cui si collega un incondizionato assenso al Green pass obbligatorio negli ambienti individuati dal Governo Draghi.

Nella massa dei favorevoli al ‘passaporto Green’ emerge la parte di cittadini arroccata sul diniego. Certificazione considerata un danno all’economia e una violazione alle libertà individuali. In sintesi, una strategia governativa inutile per contrastare la grave patologia virale. A dispetto di una preoccupante ripresa della contaminazione e della sua corsa che diventerà dilagante in autunno. Parola degli Scienziati.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram