Press "Enter" to skip to content

Green Pass: l’obbligo includerà anche senatori e deputati

AOSTA – Continua, inesorabile, l’escalation di estensioni del possesso del Green Pass; la data fatidica è ancora il 15 ottobre, giorno in cui l’ingresso a Palazzo Madama e a Palazzo Chigi avverrà previa esibizione della Certificazione Covid; è la stessa data in cui è stato deliberato il Green pass per tutti i lavoratori pubblici e privati.

Lo ha deciso la cabina di regia tra il Premier Draghi e i capidelegazione di maggioranza. Green Pass che dovrà essere presentato anche da qualsiasi parlamentare che vorrà accedere nei rispettivi Palazzi.

Ieri, 16 settembre, il Governo ha incontrato i sindacati per approfondire il punto della situazione, in riferimento all’utilizzo della Certificazione verde nei luoghi di lavoro. Realtà che non può ignorare i vari aspetti dei lavoratori. I rappresentanti sindacali hanno sottolineato l’opportunità dell’intervento dello Stato per il costo dei tamponi da effettuare ogni 48 ore, per chi ha scelto di non vaccinarsi.

Anche le farmacie dovranno adeguarsi, come è stato approvato, alla convenzione in cui si è definito un costo calmierato per questa tipologia di test.

Tamponi gratuiti, al contrario, sono previsti per i cittadini che non possono sottoporsi alla somministrazione vaccinale per seri problemi di salute. L’esenzione, in questo caso, dovrà essere supportata dall’esibizione del certificato medico.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram