Press "Enter" to skip to content

Glaucoma: eseguito, in Valle d’Aosta, il primo intervento chirurgico mini invasivo

AOSTA – Arrestare la progressione di un glaucoma, pianificando un intervento chirurgico mini invasivo. Un trattamento per debellare questa patologia, che risulta essere la seconda causa di disabilità visiva e cecità, in Italia, all’avanguardia eseguito dal dottor Luca Ventre, Direttore della Struttura Complessa di Oculistica, dell’Usl.

In una nota divulgata dall’Ansa, è lo stesso Oculista che spiega: “Si tratta dell’impianto di un dispositivo che riduce la pressione intraoculare, mediante l’iniezione attraverso un’incisione di 1,5 millimetri, di un tubicino in silicone che consente di mettere in comunicazione lo spazio endoculare e quello sottocongiuntivale, facendo filtrare l’umore acqueo dall’interno all’esterno dell’occhio“.

L’intervento è stato eseguito su paziente di 70 anni ed ha avuto esito positivo.

L’azienda sanitaria Usl precisa, in un comunicato: “Non si tratta di una procedura alternativa al classico intervento per il glaucoma, ma di un passaggio intermedio per gli occhi che hanno ancora una buona funzione visiva e nei quali la riduzione della pressione previene un peggioramento a quegli stadi, nei quali l’unica possibilità rimane un intervento più invasivo e rischioso”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram