Press "Enter" to skip to content

Escursionista si perde sul sentiero del Monte Zerbion: recuperata, nella notte, in grave stato di ipotermia

AOSTA – Nella notte tra sabato e domenica, una escursionista 40enne è stata soccorsa dall’elicottero di Air Zermatt dopo aver lanciato, lei stessa, l’allarme di essersi persa sul sentiero del Monte Zerbion. La donna è stata trasportata all’ospedale ‘Parini’, di Aosta, dove il medico rianimatore, dopo le prime cure, ha sollecitato il ricovero in un ospedale svizzero specializzato nella cura dei casi di ipotermia grave.

La donna stava dirigendosi verso località Barmasc quando il buio e la neve l’hanno disorientata, facendole perdere il sentiero di ritorno. Nonostante la situazione di notevole difficoltà, non si è spaventata, ma ha chiamato i soccorsi, mobilitando i Vigili del Fuoco, di Aosta, con gli specialisti Saf e Tas, volontari di Champoluc, Soccorso Alpino valdostano e della Guardia di Finanza e Corpo Forestale.

L’operazione di soccorso si è protratta fino alle 3,30. La donna è rimasta bloccata nella zona del Col Portola, a 2.400 metri di altitudine. Il recupero dell’escursionista è stato ostacolato dal buio e dalla neve.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram