Press "Enter" to skip to content

Emergenza prezzi sul territorio nazionale. Carrello della spesa aumentato dal 2,4% al 4%

AOSTA – Generi alimentari, prodotti per la cura della casa e dell’igiene personale, tabacchi: il raddoppio dei prezzi oscilla tra l’1,2% e il 2,4%. L’aumento della spesa dei trasporti varia dal 3,7% al 4%.

La stima è di Codacons, basata sui dati forniti dall’Istat. Il carrello della spesa, poi, è stato ‘appesantito’ in termini insostenibili e, secondo l’Associazione difesa ambiente e diritti di utenti e consumatori è destinato ad ulteriori rincari nei prossimi mesi.

Da una prima analisi, nel 2021, una famiglia ‘tipo’ ha sostenuto un esborso pari a 584 euro in più per l’aumento dei prezzi al dettaglio. L’allarme delle associazioni di categorie riguarda, soprattutto, i generi di prima necessità, di cui le famiglie non possono fare a meno.

Non solo. E’ già stato annunciato il balzo della bolletta di luce e gas. Si preannunciano effetti devastanti sull’economia nazionale, secondo quanto stima Assoutenti.

Una vera e propria stangata sulle famiglie. Aumenti travolgenti che, stando ai calcoli delle associazioni dei consumatori, sono destinati a nuovi rincari mei prossimi mesi.

Questa raffica di rincari consegue all’incremento dei costi delle materie prime. Colpiscono, soprattutto, i rimbalzi di pane e pasta, alimenti prioritari.

Alla luce di questi elementi, le Associazioni prevedono un balzo in avanti dell’inflazione nei prossimi mesi.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram