Press "Enter" to skip to content

Ecole et Conservatoire de danse: il Tempio della danza, in Valle d’Aosta

AOSTA – Si dice che la danza sia la madre di tutte le arti. Di certo, valorizza le attitudini di chi si avvicina a questa ‘galassia’ di bellezza e grazia con il desiderio di apprendere le notevoli opportunità offerte da una disciplina ideale per plasmare il proprio corpo.

La continua ricerca di perfezione si identifica nella danza, elevata all’ennesima potenza, dalle professioniste dell’Ecole et Conservatoire de danse’, costituita, nel 2011, dalle sorelle Ellada e Voussala Mex, nate, rispettivamente a Baku, capitale dell’Azerbaijan e a San Pietroburgo, la metropoli russa. Danzatrici di professione che hanno affidato a Barbara Fazari, di Aosta, la gestione e l’organizzazione di eventi della prestigiosa scuola.

Danza classica, moderna, contemporanea, jazz, di carattere, storica, il ‘ventaglio’ di opportunità che ha attratto gli attuali 30 allievi e numerosi altri cultori nel decennio di attività.

“Offriamo una preparazione a 360 gradi – esordisce Barbara Fazari -. Chi frequenta la nostra scuola pratica anche la preparazione atletica per una danza con diversi allenamenti. Non solo. Abbiamo abbinato la danza alla musica per consentire agli allievi l’apprendimento del canto”.

Allievi che sfoggiano la loro arte sul palcoscenico. L’Ecole et Conservatoire de danse ha al suo attivo altisonanti Tournée a Parigi e New York, serate di Gran Gala in cui si è distinta anche la maestria di un artigiano valdostano specializzato nella creazione dei tradizionali ‘sabot’. Zoccoli che, nello specifico, hanno illustrato il ‘fil rouge’ del balletto.

Un bagaglio artistico declinato e qualificato da Ellada, l’insegnante di danza e di coreografia e dalla sorella Voussala, impegnata nell’insegnamento teorico, scenografico, oltre che in qualità di coordinatrice degli spettacoli.

L’orgoglio di entrambe sta nel proporre ‘kermesse’ inedite con cadenza annuale. Una legittima ambizione fondata sullo studio approfondito della storia del balletto, delle capacità e creatività dell’attore, del canto, della musica”.

Abbiamo inserito anche l’anatomia del corpo – puntualizzano le nostre concittadine arrivate dall’estremo Oriente europeo – idonea ad aprire la mente all’universo delle sensazioni, delle emozioni e dell’armonia. Elementi rimandati al concetto della bellezza classica esternata con la danza”.

Esibizione delle allieve dell’Ecole

In questo firmamento, dove brillano stelle di fama internazionale, nello lo ‘staff’ dell’Ecole, con sede nella palestra SAMI, a Pont Suaz, splende la passione innata per ciò che Ellada e Voussala considerano un modello di vita. Un autentico ‘Ensemble’ di qualità in grado di suscitare sensazioni che, seppure soggettive, si allineano nelle diverse espressioni della danza.

Interviene, in proposito, Barbara Fazari: ““Gli esperti del settore sostengono che per garantirsi un corpo tonico ed una mente più attiva si debba preferire la danza quale disciplina ottimale. Un linguaggio figurato basato su rigide norme estetiche ed espressive”.

Si deve a questo trio tutto in ‘rosa’ la capacità di aver reso alla portata di tutti una disciplina elitaria. “La nostra ‘mission’ – precisa l’organizzatrice delle manifestazioni – mira al coinvolgimento del maggior numero possibile di ragazzi, divulgando la conoscenza delle varie sfaccettature della danza, un’arte in cui primeggiano pratica e teoria”.

E’ in fase di preparazione uno spettacolo che verrà proposto all’attenzione delle istituzioni. La speranza che sia di gradimento generale è tanta quanto il desiderio di ricevere la giusta considerazione. Le performance presentate lo meriterebbero. L’impegno settimanale di sedici ore con gli allievi e il coinvolgimento dei genitori nell’organizzazione delle uscite dovrebbero sensibilizzare gli amministratori, incentivandoli a sostenere una struttura unica nel suo genere, in Valle d’Aosta.

La nostra allieva Federica Scarfò ha superato l’audizione per il percorso di danza all’Ecole de Formation Professionelle Rick Odums, di Parigi. Materia che in Italia non esiste. Nel tempo, ognuno dei nostri allievi ha scelto la sua strada“. Esemplificano, menzionandone uno, in particolare: “Leonardo Sinopoli è a Firenze e svolge l’attività di ‘Performer’ nell’équipe’ di Marina Abramovic”, il commiato di Barbara Fazari e delle sorelle dell’Est Ellada e Voussala.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram