Press "Enter" to skip to content

E’ in arrivo il nuovo Dpcm. Misure restrittive fino a dopo Pasqua

AOSTA – Entrerà in vigore il 6 marzo con provvedimenti protratti fino al 6 aprile, due giorni dopo Pasqua.

Le misure in programma, come anticipato dal Ministro della Salute Roberto Speranza, non si distaccano molto dalle attuali. La scelta della scadenza del decreto non è casuale, ma finalizzata a scongiurare i rischi che potrebbero essere determinati dalle festività. L’ennesimo ‘no’ agli assembramenti per non originare una nuova impennata di contagi.

Il Ministro Speranza

Il governo del Premier Mario Draghi sollecita il decreto e mira ad un maggior coinvolgimento delle Regioni, garantendo loro una comunicazione dei provvedimenti in tempi tali da consentire una adeguata organizzazione delle attività commerciali, soprattutto.

Nel merito, la decisione di chiudere le stazioni sciistiche, in Valle d’Aosta, è stata annunciata il giorno prima della già concordata riapertura; realtà che ha destabilizzato un settore già in ginocchio da mesi. La tempistica, nello specifico, si è dimostrata più deleteria della drammatica situazione in cui si stanno dibattendo gli operatori turistici.

Nel nuovo Dpcm, secondo quanto anticipato dal Ministro Speranza, dovrebbero essere confermati l’uso della mascherina anche all’aperto, il distanziamento e il coprifuoco. Prorogato anche il divieto di spostamento tra Regioni, fino al 27 marzo.

E gli italiani continueranno a confrontarsi con gli scenari cromatici. Doccia fredda anche per palestre, piscine e ristoranti per apertura serale.

Una novità fra le più attese è riferita al Comitato Tecnico Scientifico che il Ministro della Salute intende rendere portavoce unico.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram