Press "Enter" to skip to content

Donne vittime di violenza: 25 novembre, la Giornata Internazionale a loro dedicata

AOSTA – Violenza sulle donne, un grave reato in costante e allarmante aumento. Una realtà mortificante che sta mobilitando, da tempo, Forze dell’ordine, Istituzioni, Volontariato e il privato sociale.

Il desiderio di evidenziare e combattere questo crimine viene manifestato con l’affissione di significativi striscioni in palazzi e piazze simbolo di molte città italiane.

In piazza Chanoux, nel capoluogo regionale, campeggia un enorme striscione con il numero di telefono da contattare in caso di necessità: 1522, attivo h24, a cui risponde il servizio nazionale anti violenza e stalking.

Non è tutto. Il castello di Aymavilles e il Forte di Bard brilleranno di luce arancione. La stessa illuminazione inonderà la Caserma del Gruppo e Compagnia dei Carabinieri, di Aosta. Sede in cui è stata inaugurata, due anni fa, “Una stanza tutta per sé”, allestita in collaborazione con lo Zonta Club, per l’ascolto e la protezione delle donne vittime di violenza e abusi.

Coinvolta in questa particolare Giornata è anche la Questura, di Aosta, a cui è stata donata una valigetta contenente un Pc portatile e un sistema di videoregistrazione per raccogliere le denunce delle donne, nel rispetto della dignità della loro persona.

La consegna è in programma, domani, alle ore 11.00, nel Salone Ducale del Comune, nel corso dell’evento: “Questo non è amore”, realizzato dalla Polizia di Stato per prevenire la violenza di genere.

In questa Giornata, si distingue anche il Soroptimist, impegnato, da anni, in una campagna social contro le donne vittime di violenza.

“L’aumento dei numeri di questo reato, durante la pandemia, è stato vertiginoso e veramente impressionante – dichiara la Presidente Alessandra Fanizzi -. Non possiamo non reagire per far crescere, con ogni mezzo e senza tralasciare alcuna opportunità, una cultura del rispetto del diritto ed una vita dignitosa e rispettosa dell’umana convivenza”.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram