Press "Enter" to skip to content

Discoteche e sale da ballo: la riapertura all’esame del governo la prossima settimana

AOSTA – Si preannunciano altri sette giorni di passione per i titolari di discoteche e sale da ballo. Il Governo Draghi ha anticipato, ieri 3 ottobre, che fra una settimana verrà data una risposta per la riapertura di questi luoghi di divertimento, i primi a chiudere, nel 2020, gli ultimi a riaprire.

Una vera e propria agonia che, secondo quanto dichiarato dal sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, dovrebbe terminare fra pochi giorni.

L’ultima parola compete, comunque, al Consiglio dei Ministri. Il recente intervento di Giancarlo Giorgetti, titolare del Dicastero dello Sviluppo economico, ha dato un imput importante al riavvio di queste strutture, rivendicando il “diritto al lavoro per qualche migliaia di lavoratori”; diritto che, ad oggi, “il Governo non è stato in grado di garantire, uscendone sconfitto”, aveva puntualizzato Giorgetti.

L’approvazione dell’obbligo del Green Pass per tutti dovrebbe porre un punto fermo per una totale riapertura, ritenuta “indispensabile” dall’unanimità delle forze politiche al governo.

Discoteche e sale da ballo, il comparto più colpito dall’emergenza Covid, con perdite economiche inestimabili, considerata la chiusura ininterrotta da 19 mesi, marchiata a fuoco dal pagamento di affitti, utenze e tasse. Aziende sull’orlo del fallimento. E non è da escludere che alcune potrebbero gettare la spugna per la reale impossibilità di ricominciare il lavoro in un’azienda ormai finita.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram