Press "Enter" to skip to content

Discoteche chiuse fino al 31 gennaio 2022. Forti dubbi sulla riapertura

AOSTA – Ultime a riaprire, prime a richiudere. L’agonia di discoteche e sale da ballo termina il 31 gennaio 2022, secondo quanto stabilisce il decreto governativo. Ma, non è ancora del tutto certo il riavvio dell’attività.

Nonostante le due vaccinazioni e la ‘dose booster, questo ‘pianeta’ dello svago dei giovani continua ad affondare nel dubbio della tempistica. La riapertura non ha ancora una data. Per i titolari, in ogni caso, non si sono chiuse le spese di manutenzione degli ambienti.

La situazione epidemiologica riserva la possibilità di ulteriori restrizioni, a partire dal 1 febbraio. Si allontana, quindi, l’eventuale ‘rinascita’ di queste strutture.

L’impegno dei Presidenti Silb, il Sindacato italiano locali da ballo, sembra infrangersi contro il muro dei decreti ministeriali.

Lo sfogo di Michele Napoli, Presidente Silb Valle d’Aosta: “E’ impensabile non poter riaprire con una popolazione di giovani vaccinati quasi al completo, con l’obbligo di esibizione del Green pass, con una capienza dimezzata, con una igienizzazione e sanificazione giornaliere dei locali. Vorrei ricordare come, in questa situazione angosciante, primeggiano perdite incalcolabili e irrecuperabili”, dichiara, rimarcando la disponibilità ad accettare questa situazione precaria, “pur di ricominciare a lavorare”.

Come dargli torto. I ragazzi hanno dimostrato un elevato senso di responsabilità, aderendo in massa alla campagna vaccinale. Una risposta che non sembra sufficiente per garantire la riapertura di discoteche e sale da ballo.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram