Press "Enter" to skip to content

Dilemma mascherine: rimane l’obbligo per gli studenti anche durante la ‘maturità.

AOSTA – E’ l’unica certezza rimasta in questo ‘mare magnum’ dei dubbi sul perdurare dell’utilizzo della mascherina nei luoghi chiusi, dopo il 1 maggio, giorno della totale abolizione del ‘copriviso’, secondo quanto annunciato dal Governo. Ma, anche in questo caso, i confronti tra gli schieramenti governativi sono continui, declinati in una estenuante altalena di proposte.

L’unico luogo al chiuso per cui non esistono perplessità sull’obbligo dell’uso del dispositivo di protezione individuale è l’ambiente scolastico. Gli studenti, in base al decreto Covid del 24 marzo scorso, sono tenuti ad indossarla in aula e anche durante gli esami di maturità.

Questi i punti salienti dell’articolo 9 dell’ordinanza, in vigore fino alla conclusione dell’anno scolastico 2021/2022, nelle scuole, nonchè negli istituti tecnici superiori si continuano ad applicare le seguenti misure di sicurezza: è fatto obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione di tipo chirurgico, ad eccezione dei bambini sino a sei anni di età, dei soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei predetti dispositivi e per lo svolgimento delle attività sportive; mascherina obbligatoria nei locali scolastici se positivi al virus Sars-CoV-2 o se si presenta una sintomatologia respiratoria e temperatura corporea superiore a 37,5 gradi.

Il Governo deciderà, a breve, se e dove prorogare la mascherina al chiuso. E’ molto probabile, secondo quanto accennato dal Ministro della Salute Roberto Speranza, che venga approvato un provvedimento selettivo commisurato agli ambienti.

In primo piano e determinante per la decisione governativa, rimane l’elevato numero di contagi che frena molti amministratori ad allentare l’utilizzo di questa importante misura di protezione.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram