Press "Enter" to skip to content

Ddl Zan: verrà ripresentato la prossima settimana, in Senato, il decreto legge contro l’omotransfobia

AOSTA – Lo annuncia il Deputato del Partito Democratico Alessandro Zan, promotore del decreto legge contro l’omotransfobia.

Mercoledì 27 aprile 2022, a sei mesi dal voto segreto, in Senato, che aveva definito la cancellazione del provvedimento, verrà riproposto all’attenzione di Palazzo Madama. Il ddl, dopo un lungo percorso alla Camera dei Deputati, aveva subito uno ‘stop’ di sei mesi, periodo previsto prima di poter ripresentare il testo.

Una storia che riprende vigore commentata da Zan con pesanti affermazioni rilasciate su Tg Com24: “L’ultima immagine è quella dell’applauso sgangherato e violento delle Destre, da ultrà dello stadio, che ha fatto il giro del mondo, facendo quasi vergognare di essere italiani. Ma, il 27 aprile, – ha puntualizzato – scade l’embargo di sei mesi previsto, a Palazzo Madama, dopo la ‘tagliola’. Verrà ripresentato dai Senatori del Partito Democratico”.

Anticipa Zan: “Sarà lo stesso testo, quello che aveva ottenuto il via libera da PD, Movimento 5s, Leu, Italia Viva e una parte di Forza Italia”.

Non si è allentato l’ottimismo del promotore del ddl. Anzi. “Se c’è la volontà politica nulla è impossibile – ha dichiarato -. Ho visto leggi discusse e approvate in poche settimane. Nel merito, gli spazi di compromesso ci sono tutti. Sempre che lo si voglia”.

L’identità di genere, la cui abolizione “avrebbe avuto come effetto la discriminazione nei confronti delle persone transgender” – ha sottolineato, in chiusura il Deputato Zan.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram