Press "Enter" to skip to content

Crisi governo: Lanièce vota Conte. Salvini esterrefatto: “Dopo roventi critiche su disinteresse per la montagna, accorda la fiducia”

AOSTA – Il senatore Albert Lanièce, eletto nella compagine del Gruppo per le Autonomie, ha garantito la sua fiducia al Premier Giuseppe Conte. Un consenso subordinato all’impegno del governo “di accettare le nostre richieste in un nuovo e autentico spirito di collaborazione e rispetto reciproco”.

Albert Lanièce

Affermazioni già esternate in altre occasioni in cui la montagna è stata argomento al centro del dibattito in aula.

Nella delicata fase di espressione del voto, a Palazzo Madama, ad un governo che ha già incassato la fiducia di Palazzo Chigi, il senatore ha puntualizzato: “La montagna è il territorio più ferito sotto il profilo sanitario ed economico. La Valle d’Aosta sta subendo e ha subito conseguenze pesantissime, essendo la nostra economia legata al turismo invernale. Turismo che dipende dagli spostamenti fra regioni e proveniente da altri Stati esteri. L’esiguo numero di residenti – ha sottolineato Lanièce – non potrebbe mai garantire un sostegno, come, invece, avviene per tutti gli altri territorio del nostro Paese”.

Albert Lanièce ha, quindi, riportato l’attenzione sulla legge regionale 11/2020, relativa alle riaperture, impugnata dal governo centrale. “Ricordo – ha detto – che in un altro territorio alpino, la Provincia Autonoma di Bolzano, è in vigore una legge praticamente identica, per nulla impugnata dal governo. Scelta che ha creato un’evidente e insopportabile ingiustizia e diversità di trattamento per noi valdostani”.

Ha, tuttavia, tenuto a sottolineare: “Sono assolutamente contento che il governo non abbia ritenuto di impugnare la normativa della Provincia Altoatesina”.

Affermazioni a cui non ha retto Matteo Salvini: “Il senatore valdostano del Gruppo per le Autonomie – ha tuonato – dice che il governo non conosce e ignora la Valle d’Aosta. Ricorre contro le leggi regionali in favore della montagna e sui problemi della Valle”. Riporta, quindi, le affermazioni, nel merito, di Lanièce: (“Questo governo no ha fatto niente. Dopo un anno la mia fiducia è incrinata“). Sempre più basito Matteo Salvini. Che sbotta: “Ma, poi, vota a favore di Conte!!! Lo vada a spiegare meglio ai lavoratori e ai cittadini valdostani”.

Senza sconti la chiosa finale del senatore leghista: “Cosa non si fa per salvare la poltrona!!! “.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram