Press "Enter" to skip to content

Covid, un fine mese promettente: 10 positivi, 12 guariti e 0 decessi

AOSTA – L’ultimo giorno del mese più breve dell’anno riserva una rassicurante situazione epidemiologica in cui emergono numeri bassi riferiti a: nuovi contagi, decessi, ricoveri in Terapia Intensiva e nei reparti ordinari dell’ospedale ‘Parini’.

I dieci nuovi positivi, rilevati nei 241 tamponi, si raffrontano con i dodici cittadini che hanno sconfitto l’infezione polmonare. Il totale attuale dei primi è sceso a 1.357, mentre per i secondi si è raggiunto quota 129.534.

Anche nel bollettino regionale dell’Unità di crisi odierno, lunedì 28 febbraio, non si registrano nuovi decessi e il totale è stabile su 519 da inizio pandemia.

La massima attenzione è sempre rivolta ai ricoveri in Terapia Intensiva. Che, oggi, sono scesi da quattro a tre; stessa situazione per la degenza di pazienti in Infettivologia e nei reparti ordinari: 25 rispetto ai 32 di ieri, domenica 27 febbraio.

Il calo si segnala anche per gli isolati a domicilio, seppure persista un numero importante: 1.329.

I test odierni ammontano a 50, per un totale di 128.229, mentre i tamponi processati sono 241 e un numero complessivo di 467.429.

La realtà descritta è riconducibile alla buona risposta vaccinale garantita dalla maggior parte dei residenti. Rimane ancora un certo numero di ostili alla profilassi anti Covid che potrebbe riconquistare la fiducia con l’arrivo dell’ultimo, in ordine di tempo, dei vaccini: il Novavax, proteico, più tradizionale e, pertanto, più rassicurante, disponibile, da oggi, in Valle d’Aosta.

Un antidoto al virus Sars-CoV-2 che si differenzia, a 360 gradi, dagli mRna messaggero, realizzati da Pfizer BioNTech e Moderna. Metodologia innovativa, studiata da vent’anni, per contrastare le malattie tumorali, ma con esiti del tutto insoddisfacenti. Ora, considerati gli ottimi riscontri riservati in questa pandemia, gli Scienziati hanno ripreso gli studi per verificare l’efficacia contro le malattie neoplastiche e il virus HIV, la causa dell’Aids, la sindrome da immunodeficienza acquisita che, negli Anni Novanta, ha falciato la vita di numerose persone, giovani, in particolare.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram