Press "Enter" to skip to content

Covid: sabato apre il Covid 1. La preoccupazione di Montagnani per boom di contagi e possibile ‘zona gialla’

Luca Montagnani

AOSTA – Il coordinatore dell’emergenza epidemiologica Luca Montagnani non illude: “Bastano altri due ricoveri in Terapia Intensiva e pochi altri in Infettivologia e la Valle d’Aosta è destinata a cambiare colore”.

Il passaggio in ‘fascia gialla’ non è più una remota possibilità; è, ormai, una realtà scontata. Una previsione anticipata, da alcuni giorni, dall’Istituto Superiore di Sanità.

I numeri contenuti dei ricoveri e dei pazienti in Terapia Intensiva infondevano una certa fiducia; una speranza ridotta ai minimi termini proprio oggi, 18 novembre, con il consistente balzo a 67 dei nuovi contagi. Sabato, intanto, è prevista l’apertura del reparto Covid 1, nel Day Hospital multidisciplinare, del ‘Parini’.

“Un dato di fatto – riprende Montagnani – e passare in zona gialla ha un impatto anche sull’attività sanitaria. Nel primo periodo della pandemia molte persone hanno subito ritardi nelle cure, ma, all’epoca, non c’era una soluzione, non c’era il vaccino. Ora, a causa di poche persone dovremo, forse, provocare altri ritardi perché le risorse sono quelle che sono e io lo trovo ingiusto”, sottolinea il coordinatore dell’emergenza Covid, augurandosi di “non dover ancora usare il reparto Covid 1, pronto fra due giorni“.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram