Press "Enter" to skip to content

Covid: quarta dose di vaccino? Dipenderà dall’attuale esito del Focus su ‘booster’

AOSTA – E’, da tempo, una realtà in sei Paesi del mondo: Israele, Danimarca, Stati Uniti, Ungheria, Spagna e Germania, ma i Virologi della Università ‘Bicocca’, di Milano, frenano: “La quarta dose di vaccino anti Covid? Nella storia dei vaccini – sottolineano – non si è mai arrivati ad inoculare quattro dosi così ravvicinate fra loro. Al massimo – ricordano – erano state tre, con la terza distanziata”.

L’Italia è ancora alle prese con la somministrazione della terza dose, il richiamo vaccinale, ed è già sollecitata a prevedere una quarta profilassi anti virus Sars-CoV-2.

“Il nostro Paese, così come gli altri Paesi europei, sta monitorando con Ema la situazione generale dei contagi. La quarta dose? Ora il Focus è su ‘booster’, la sfida più importante. I dati definiranno le future scelte”.

Silvio Brusaferro

E’ la dichiarazione, rilasciata nel salotto di un talk promosso dal Ministero della Salute, da Silvio Brusaferro, medico e Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. Che ha puntualizzato: “Quella che stiamo disputando è una partita in diretta, non registrata, con l’obiettivo comune di tornare alla normalità il prima possibile”.

Affermazioni rassicuranti che, tuttavia, non trascurano l’evidenza: il virus è tutt’altro che sconfitto; è soltanto calato grazie al successo della campagna vaccinale.

Ed è ancora il dottor Brusaferro a raccomandare massima prudenza, in quanto “siamo, a tutt’oggi, in una fase di circolazione del virus molto sostenuta – ha ribadito – seppure l’attuale monitoraggio confermi una inversione di tendenza della curva dei contagi, rafforzata dal fatto che l’indice Rt si mantiene sotto la soglia di 1″.

Nel nostro Paese non è previsto, al momento, il quarto richiamo. Lo sostengono anche l’Agenzia europea dei medicinali e il Commissario per l’emergenza Covid Generale Francesco Paolo Figliuolo, precisando che, qualora, in futuro, fosse necessario “verrà somministrato in farmacia o dal medico di base, sempre che non esploda una nuova situazione emergenziale”, premettono in chiusura.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram