Press "Enter" to skip to content

Covid, l’annuncio di Cartabellotta: “Di nuovo le mascherine, in autunno”

AOSTA – L’anticipazione divulgata da Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gimbe, su TgCom24, non è delle più rasserenanti, ma, di sicuro, non stupisce quei cittadini che deplorano chi, con l’arrivo della stagione estiva, non osserva un minimo di attenzione, nè di rispetto, nei luoghi di assembramento e, quindi, non indossa il dispositivo di protezione individuale.

“La possibilità di dover regredire, almeno per quanto attiene ad una delle misure anti Covid, è conseguente alla costante presenza di varianti Covid più contagiose di quelle che conoscevamo prima“.

Dichiarazioni in cui Cartabellotta declina i possibili scenari che potrebbero realizzarsi nei prossimi mesi. Un futuro imminente in cui emerge l’insidia delle sotto varianti Omicron, la Ba.4 e la Ba.5.

“I sistemi sanitari sono allertati – ha rassicurato -. Sappiamo che sono più contagiose di un 10/15% rispetto alla Ba.2, in base ai dati raccolti, finora, dal Sudafrica e dal Portogallo. Inoltre – ha affermato – hanno una capacità molto elevata di evadere la risposta immunitaria sia da vaccino che da infezione naturale, con conseguente maggiore probabilità di reinfezione. Realtà che già constatiamo con i numeri attuali”.

“Ad oggi – ha informato il Presidente del Gruppo Italiano Medicina Basata sulle Evidenze – la percentuale di reinfezione è del 6%, negli ultimi due mesi. I dati, per contro, indicano un modesto impatto sui ricoveri ospedalieri”.

In conclusione, Nino Cartabellotta ha delineato i possibili passaggi di queste varianti: “Il futuro – ha spiegato – dipenderà dalla loro evoluzione e, in parte, dalla nostra capacità di arginare la diffusione del contagio. Ancora oggi, nonostante la netta fase discendente della curva dei nuovi casi – ha puntualizzato – abbiamo ancora 600mila persone attualmente positive, di cui la maggior parte ij isolamento domiciliare, ma il tasso di positività è alto, intorno al 13%. Quindi. il virus sta ancora circolando in maniera molto forte. Per questo – ha ribadito in chiusura – non possiamo immaginare i prossimi mesi senza mascherina e richiami vaccinali per i cittadini più fragili”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram