Press "Enter" to skip to content

Covid: contagi in forte calo. Amministratori sperano di uscire da ‘zona rossa’

AOSTA – La notevole riduzione dei casi di positività al coronavirus, registrata negli ultimi giorni, permette di intravvedere la collocazione della Regione Valle d’Aosta in una fascia di rischio meno rigida.

La ‘zona rossa’ potrebbe colorarsi di arancione. Secondo quanto emerge nelle nuove indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, le Regioni in cui l’andamento clinico sta evolvendo in termini più rassicuranti, potrebbero cambiare posizione cromatica, transitando nell’area arancione, cioè con rischio meno elevato.

Nel bollettino regionale diffuso, ieri 26 novembre, in base ai dati forniti dall’Usl, i casi positivi erano solo 44; il 25 novembre, poi, addirittura scesi a 27, record, in calo, dall’inizio della seconda ondata pandemica.

Sono numeri incoraggianti che invitano a sperare in un allentamento delle restrizioni e, di conseguenza, in una maggiore libertà di azione.

L’indice Rt, inferiore a 1.5, dovrebbe garantire l’ISS e il Ministero della Salute. Questo progressivo miglioramento sarà sufficiente per il passaggio della Valle d’Aosta in una zona più comoda?

Sarebbe una vera ‘conquista’. Risponderebbe ad una quotidianità meno rigida. Innanzitutto, il settore del Turismo potrebbe riavviare, in parte, l’attività, contenendo il disastro economico che si sta profilando con la chiusura confermata delle stazioni di sci. Riaprirebbero molti esercizi commerciali chiusi in questa fase, ad eccezione di bar e ristoranti. Gli spostamenti nel proprio Comune ritornerebbero fino alle 22, ma rimarrebbe, comunque, il divieto di varcare il confine di residenza, ad eccezione per motivi di lavoro, salute, convenienza (spesa nei Discount assenti nel luogo di residenza).

Qualunque sarà il futuro della Valle d’Aosta, rimarrà l’obbligo di indossare la mascherina e di usare i guanti nell’acquisto di generi alimentari.

AGGIORNAMENTO . E’ arrivata, dieci minuti fa, dal governo centrale, la doccia gelata della permanenza in ‘zona rossa’ della Valle d’Aosta. Nella fascia arancione transiteranno Calabria, Lombardia e Piemonte

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram