Press "Enter" to skip to content

Covid: addio all’Italia ‘arcobaleno’. Terminano, oggi, le ‘zone a colori’

AOSTA – E’ arrivato alla fine dei suoi lunghi giorni il sistema cromatico delle Regioni, avviato il 6 novembre 2021 con tre colori: giallo, arancione, rosso, incrementati, un mese dopo, dall’introduzione di una quarta dimensione: la ‘zona bianca’. Un provvedimento emesso con le ordinanze del venerdì dal Ministro della Salute Roberto Speranza per sbarrare la strada al virus Sars-CoV-2.

La quarta zona

Dimensioni colorate che, per mesi, sono state l’equivalente di restrizioni, chiusure, rinunce, oltre a proteste plateali da parte di commercianti, ristoratori, baristi, albergatori e anche studenti.

La data di addio coincide con giovedì 31 marzo 2022, giorno della fine dell’emergenza epidemiologica e della chiusura della struttura commissariale del Generale Francesco Paolo Figliuolo e del Comitato Tecnico Scientifico.

L’addio a questi provvedimenti che hanno ‘dirottato’ la vita degli italiani su percorsi diversi dalla consuetudine, lo si deve, in primis, all’evoluzione della campagna vaccinale, incrementata, a livelli consistenti, dal Generale.

Rimane ancora inamovibile lo ‘zoccolo duro’ dei No Vax il cui numero si aggira intorno ai cinque milioni. Rasserena il notevole, continuo calo dei ricoveri in Terapia Intensiva e in area medica. Preoccupa, per contro, il dilagare dei contagi fra bambini e adolescenti.

La convivenza con il virus ha, comunque, assunto contorni meno allarmanti; dagli Scienziati arriva, in ogni caso, una concreta raccomandazione: è finita l’emergenza, non la circolazione del Covid-19. Realtà che sottintende ancora prudenza, attenzione, precauzione; le varianti Omicron e Omicron 2 dilagano; non sono più letali del Sars-CoV2, ma hanno una maggiore contagiosità.

Non a caso Fabrizio Pregliasco, Virologo dell’Università degli Studi, di Milano, si premura di sottolineare: “A Pasqua avremo il culmine dei contagi. Ne usciremo a maggio”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram