Press "Enter" to skip to content

Covid: 37 nuovi positivi, 275 guariti e tre ricoverati in Rianimazione

AOSTA – Mai così basso, da inizio anno, il numero dei nuovi contagi da virus Sars-CoV-2: 37, registrato nelle ultime 24 ore, per un totale attuale calato a 3.268 e un totale generale a 30.210.

Continuano le cifre alte per dei guariti: 275 e un numero complessivo salito a 26.430.

Nel bollettino regionale dell’Unita di crisi, divulgato oggi lunedì 7 febbraio 2022, non viene segnalato nessun residente deceduto a causa della polmonite da Covid-19 e il numero totale è stabile a 512, dall’esplosione della pandemia.

Continua a rassicurare la comunità valdostana la notevole riduzione dei ricoveri in Terapia Intensiva e nei reparti ordinari: siamo a tre e a 49. Rimane, per contro, alto, seppure con qualche decina in meno, il numero dei valdostani in isolamento e terapia domiciliare: 3.216.

I test odierni sono 93 (125.388 il totale) . Più numerosi, come sempre, i tamponi effettuati: 495 (447.339 il numero complessivo da inizio pandemia).

Nessuno dei residenti in Valle d’Aosta si illude di essere, ormai, entrati nella fase finale dell’infezione da virus Covid-19; regna, in ogni caso, la concreta speranza di una forte riduzione della malattia e delle sue devastanti conseguenze.

Una realtà sotto gli occhi di tutti dovuta, in primis, alla professionalità e all’impegno della classe medica valdostana, la cui preparazione è stata riconosciuta anche da Virologi e Infettivologi Dirigenti di noti ospedali sul territorio nazionale.

Un’involuzione della malattia polmonare che potrebbe essere gestita con riscontri ancora più eclatanti se non rimanesse lo ‘zoccolo duro’ di oltre quattromila valdostani non vaccinati che, tra l’altro, non risultano neppure guariti negli ultimi 180 giorni.

Inutile rivendicare il diritto di scelta ‘vaccino sì, vaccino no’. Opzioni comprensibili agli esordi di questa profilassi anti Covid-19. I dubbi, però, si sciolgono attraverso un’unica, infallibile formula: l’informazione a 360 gradi.

S.L.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram