Press "Enter" to skip to content

Covid-19: un ricovero in Rianimazione, un decesso e 36 nuovi contagi

AOSTA – A distanza di due mesi di letti liberi da pazienti Covid, si sono riaperte le porte della Terapia Intensiva per uno dei nove ricoverati nell’Infettivologia dell’ospedale ‘Parini’. E’ una donna non vaccinata che, dopo i primi giorni di degenza in reparto, ha accusato una notevole carenza di ossigeno, al punto da decidere l’immediato trasferimento nella Rianimazione.

Nel bollettino regionale diffuso, oggi 16 novembre, viene segnalato un altro decesso, il terzo in una settimana causato dell’infezione da Covid-19.

I nuovi positivi riscontrati fra i 2.853 tamponi effettuati e i 193 test sono 36, nelle 24 ore. Risulta anche un guarito.

I ricoveri al ‘Parini’ aumentano da sette a otto e il numero dei contagi è salito da 165 a 199.

E’ di 12.505 il numero complessivo dei positivi, da inizio pandemia ed è di 11.829 quello dei guariti.

L’importanza dei vaccini assume contorni sempre più netti, di giorno in giorno. I ricoveri di cittadini che rifiutano la profilassi anti Covid sono cronaca quotidiana in molte Regioni italiane. Il nuovo impulso del virus testimonia, ancora una volta, come i timori delle conseguenze del vaccino siano di gran lunga inferiori a quanto può capitare ad ognuno di noi in assenza di immunizzazione.

Le dimensioni contenute della Valle d’Aosta e il numero di residenti pari ad un quartiere di una metropoli riservano una realtà sanitaria meno eclatante di altre Regioni. Ma il rialzo dei contagi è superiore proprio in virtù della proporzione demografica.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram