Press "Enter" to skip to content

Covid-19: si avvicinano alle 500 unità i nuovi contagi, in Vda. Quattro i pazienti in Terapia Intensiva. Rischio ‘zona gialla’

AOSTA – Immaginabile, ma non a questi livelli, l’aumento dei nuovi positivi, registrati, oggi 4 gennaio 2022, in Valle d’Aosta.

Il bollettino regionale dell’Unità di crisi segnala 468 nuove infezioni da virus Sars-CoV-2, con un rialzo del totale a 17.455.

Consistente, seppure impari, il numero dei residenti guariti: 210 con un totale giunto a quota 13.878.

Nonostante la recrudescenza del virus, non si registrano nuovi decessi e il numero complessivo, da inizio pandemia, è invariato a 488.

L’ottima risposta della maggior parte dei valdostani alla campagna vaccinale permette di reggere una situazione sanitaria rovente, resa molto più critica da chi si ostina a temere il vaccino e non la grave infezione polmonare. Una malattia letale, come ampiamente dimostrato, se non fermata in tempi quasi immediati. Il problema è che una percentuale allarmante dei ricoverati non ha ricevuto alcuna dose di profilassi anti Covid.

Oggi, sono stati effettuati 3.739 tamponi (totale 367.499) e 927 test (113.238 il totale).

Preoccupano i quattro pazienti ricoverati in Terapia Intensiva; uno in più di ieri. Aumentati da 45 a 47 anche i pazienti Covid ricoverati nell’Infettivologia e nei tre reparti Covid predisposti all’ospedale ‘Parini’.

Molto elevato, poi, il numero di residenti in isolamento e terapia domiciliare: 3.038. E’, ormai, chiaro a tutti che, qualora il tasso di occupazione dei posti letto si mantenesse su questi numeri e in Rianimazione venisse ricoverato anche soltanto un paziente in più, la Valle d’Aosta verrebbe collocata in ‘zona gialla’, dalla prossima settimana.

S.L.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram