Press "Enter" to skip to content

Covid-19, la forza del vaccino: ricoveri dimezzati e Terapia Intensiva libera

AOSTA – Posti letto occupati in area medica sotto la soglia minima, ingressi ospedalieri dimezzati, calo costante delle infezioni da Sars-CoV-2.

Sono gli effetti della campagna vaccinale, i più evidenti già dopo il primo mese di somministrazione. All’ospedale ‘Parini’, di Aosta, spiccano, tra l’altro, l’assenza di malati Covid nella Terapia Intensiva e la consistente riduzione dei degenti nei reparti dedicati.

I decessi e la maggior parte dei ricoveri riguardano cittadini con età superiore ai 60 anni, fascia a cui è riservata la priorità nella vaccinazione e per le quali è stata raggiunta una percentuale elevata soprattutto fra gli over 70 e 80.

Nel giro di un mese, o poco più, il nosocomio regionale ha cambiato il suo volto. Sia i ricoveri Covid ordinari, sia i più gravi sono sotto soglia, in termini rassicuranti.

L’accelerazione vaccinale e la disponibilità di dosi hanno garantito l’abbattimento del contagio e il rischio ricoveri già dopo i primi quindici giorni dalla inoculazione della profilassi anti Covid-19.

Domani, 22 maggio, il Corriere SDA, di Poste Italiane, consegnerà 400 dosi di J&J e altre 1.400 di Moderna. Non solo. Domani e sabato, dalle 14 alle 17, è possibile effettuare tamponi molecolari o antigenici gratuiti nel drive in alla Pépinière; test basati sulla motivazione richiesta dall’utente o a seconda del luogo di destinazione (nazionale o estera), non per motivi clinici.

L’iniziativa si attiene alle indicazioni previste per ottenere la green card, il passaporto verde. I tamponi saranno effettuati ad un massimo di 100 persone per ognuno dei due giorni.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram