Press "Enter" to skip to content

Covid-19, Avv. Taormina si scaglia contro l’ex Governo Conte: “Devono andare tutti in galera”.

AOSTA – Carlo Taormina, avvocato molto conosciuto anche in Valle d’Aosta per essere stato il legale difensore di Annamaria Franzoni, aveva presentato, ad aprile 2020, una denuncia contro l’ex Premier Giuseppe Conte e il Ministro della Salute Roberto Speranza, accusandoli di epidemia colposa.

Avv. Carlo Taormina

Un governo che, a suo dire, ha gestito la pandemia in maniera irresponsabile, condannabile. Parla di ‘delitto di epidemia colposa‘. Una tragedia che ha colpito, in Italia, soprattutto la Lombardia e, nello specifico, la città di Bergamo. Rimarrà indelebile nel cuore e nella mente degli italiani la fila di automezzi militari utilizzati per il trasporto delle centinaia di bare.

In un post su Facebook, l’avvocato Taormina scrive: “Sono felice di potervi informare che la Procura di Bergamo mi ha ufficialmente comunicato che le mie denunzie presentate ad aprile 2020 contro il governo Conte stanno avendo esito positivo“.

Fa sapere alle famiglie delle persone decedute: “Interverrò gratuitamente perché abbiate giustizia e perché la Procura, mentre procede per i responsabili che hanno operato nel territorio, trasmetta gli atti alla Procura di Roma, affinché formuli incriminazioni a carico dell’allora Presidente Conte e del Ministro Speranza, considerato che, a Roma, tutto tace”.

Puntualizza come le responsabilità siano individuali, ma evidenzia una realtà inquietante: “Gli allarmi della presenza di questa drammatica pandemia sono arrivati, in Europa, a Gennaio 2020″.

Allarmi che, se considerati con l’attenzione dovuta, avrebbero potuto cambiare, in termini consistenti, le dinamiche di questa disastrosa emergenza sanitaria. Giudica i politici italiani degli “assassini” e tuona: “Debbono andare tutti in galera. Sono la vergogna dell’Italia“. Dichiara: “Io mi batto per vendicare i morti. Oltre centomila italiani. Mi batto per farla pagare a una Magistratura che sta diventando ancora più dura con i deboli e più debole con i forti”.

Infiniti e continui i commenti di plauso e ringraziamento, oltre ai molti emoticon, da parte di cittadini che ricordano come, fra gli errori madornali commessi dall’ex Governo Conte, emerga “il divieto imposto dal Ministro Speranza ai medici volenterosi di curare a domicilio i propri malati con terapie idonee, sostituendole con protocolli farlocchi”, scrive Rosita Rinaldi.

La Tachipirina, in primis, consigliata ai pazienti nell’attesa di un abbassamento della temperatura corporea. Il repentino aggravamento e il ricovero in ospedale si sono, quasi sempre, rivelati molto tardivi e, quindi, nella quasi totalità dei casi, letali. La donna chiude e, tra il serio e il faceto, auspica per Conte e Speranza, “una condanna a tre anni di arresti domiciliari, oltre all’obbligo di una dose di vaccino contro la smania di potere”.

Milena Intropido ringrazia Taormina: “Speriamo davvero che la giustizia sia fatta”. E Sergio Rispoli invita il legale a “procedere senza esitazione alcuna verso chi ha commesso questi gravissimi reati”.

Patrizia Di Giulio sollecita: “Avvocato, va incriminata anche la Ministra Lamorgese”. Avverte Nicole Visconti: “Avvocato, stia attento a chi tenterà di metterle i bastoni fra le ruote”.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram