Press "Enter" to skip to content

Covid-19: allo studio del Ministero Salute doppio bollettino con dati dei vaccinati e dei non vaccinati

AOSTA – Il Ministero della Salute ha deciso di sdoppiare il resoconto di contagi, ospedalizzazioni, decessi dei cittadini vaccinati e di quelli non immunizzati. L’avvio dell’iniziativa è previsto a settembre.

L’obiettivo si concentra sulle evidenze, correlate alla circolazione del virus e all’efficacia della profilassi.

Una scelta ministeriale mirata a richiamare l’attenzione dei NO Vax irriducibili e dei più malleabili indecisi.

I dati evidenzieranno la situazione sanitaria di chi ha contratto l’infezione polmonare, pur essendo vaccinato e dei contagiati privi di immunizzazione.

Per i primi si profilano la semplice terapia domiciliare e la certezza della guarigione; per i non vaccinati potrebbero aprirsi le porte della Terapia Intensiva con possibile intubazione.

Questo programma ministeriale intende, inoltre, azzerare le fake news che dilagheranno in previsione di un aumento della positività al Sars-CoV-2, in autunno.

Un monitoraggio della Fondazione Gimbe ha evidenziato una consistente indecisione al vaccino tra gli over 50. Il Gruppo Italiano della Medicina Basata sulle Evidenze rassicura i cittadini della Valle d’Aosta, Regione in cui emerge un 18,8% di residenti che ha completato il ciclo vaccinale, a fronte di una media nazionale ferma al 17,9%. Ridotto, inoltre, anche l’indicatore dei casi positivi per 100 mila abitanti. Senza contare che, da tre giorni, l’ospedale ‘Parini’ è ritornato ‘Covid free’ e la Terapia Intensiva ha letti vuoti e macchine spente, dal 19 maggio.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram