Press "Enter" to skip to content

Chamois: ‘Comunità Energetica’ e campo sportivo polivalente. Progetti per un’accoglienza turistica ‘green’

CHAMOIS – Comune raggiungibile soltanto in funivia, il più alto d’Italia e, da sempre, governato da amministratori proiettati ad una continua rivalutazione della località, della tutela del territorio, della salvaguardia della sua unicità.

Il progetto ‘Comunità Energetica’ – spiega il sindaco Lorenzo Mario Pucci – è stato approvato dai Consigli comunali di Chamois e di La Magdeleine. Un atto in convenzione affidato al Politecnico, di Torino, per l’istituzione di questa ‘Comunità’ mirata alla produzione di energia da fonti alternative. Eolico, fotovoltaico, idroelettrico. Una produzione – specifica Pucci – da consumare e distribuire. E, in caso di eccedenza, anche da cedere ad altri Comuni. I costi sono in via di definizione”.

Lorenzo Mario Pucci

La costituzione di questa comunità di soci segue le direttive europee, recepite dallo Stato italiano. Sono state avviate le operazioni della fase preliminare. Il tutto confluirà nell’adesione a bandi europei che saranno disponibili a partire dal mese di luglio 2021.

Per 97 residenti di questo paese, a 1.815 metri di altitudine, incastonato nella media valle del Cervino e inserito nel Consorzio delle ‘Perle delle Alpi‘, si prospetta un immediato futuro all’insegna di innovazioni galvanizzanti, finalizzate al miglioramento qualitativo della quotidianità locale e dei villeggianti ‘habitués’ e di passaggio.

Un secondo progetto contribuirà, infatti, ad amplificare il suggestivo panorama offerto dalla frazione Corgnolaz, nell’area del lago di Lod, dove il Comune ha deciso di realizzare un campo sportivo polivalente.

Ancora Lorenzo Mario Pucci: “Sarà allestito nella zona del vecchio mulino e accoglierà atleti di società sportive per i loro allenamenti in alta quota, oltre a residenti e turisti desiderosi di praticare discipline sportive. L’avvio dei lavori è subordinato alla disponibilità del Coni. Attendiamo, inoltre, l’emissione di bandi europei per garantirci i fondi indispensabili alla costruzione della struttura. Il Comune non ha la possibilità di sostenere, da solo, il costo di un milione di euro”.

Del progetto di fattibilità se ne occupa lo studio ‘Dujany’, di Cha^tillon; un ‘disegno’ in cui è previsto un ampio utilizzo del campo sportivo. Dalla realizzazione di manifestazioni, all’accoglienza in caso di emergenze. “Sarà a disposizione della Protezione civile per qualsiasi situazione di urgenza o calamità”, assicura il sindaco di Chamois.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram