Press "Enter" to skip to content

Caro bollette, sindacati sollecitano Regione: “Indispensabile l’aiuto ai pensionati”

AOSTA – Invasione russa dell’Ucraina e aumento bollette di luce e gas. Un binomio allarmante per i cittadini pensionati con redditi minimi.

I segretari regionali sindacali di categoria Spi Cgil, Fnp Cisl e UilP sollecitano la Regione affinché si impegni per definire, al più presto, “una modalità idonea ad aiutare i cittadini pensionati, soprattutto quelli fragili, ad affrontare la crisi economica e i notevoli rincari dei costi dell’energia che si traducono su bollette sempre più pesanti”.

In una nota, sottolineano come lo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina abbia prodotto un’impennata consistente del costi del gas. Che, sui mercati, è aumentato di oltre il 50%“.

Questa richiesta segue alla precedente con cui le parti sociali rivendicavano, a gran voce, la reintroduzione del ‘Bon Chauffage’ “Ad oggi, l’assessore alla Sanità, a cui ci siamo rivolti, non ci ha risposto – puntualizzano -. Ma, comunque, abbiamo capito da alcuni interventi in Consiglio regionale, a fine gennaio, che, di fatto, si esclude il ripristino del ‘Bon Chauffage’ e che la Regione ha delle iniziative in corso. Ma, arrivati quasi a marzo e con un contesto generale ulteriormente peggiorato, non è ancora chiaro quali siano queste iniziative”, concludono i sindacati di categoria.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram