Press "Enter" to skip to content

Carcere Brissogne, il ‘Bronx’ in Vda. L’allarme dell’Osapp: “Penitenziario gestito dai detenuti”

AOSTA – E’ sempre più drammatica la situazione delle carceri italiane; nello specifico, della Casa Circondariale di Brissogne.

Agenti di Polizia Penitenziaria in balia dei detenuti. Carcerati che, in molti casi, ‘gestiscono’ la quotidianità, per nulla intimoriti dalle conseguenze. Anzi. Con comportamenti spavaldi, arroganti, insolenti. Atteggiamenti paragonabili alle scorribande di molti giovani del Bronx, uno dei distretti di New York in mano ai boss, ad una malavita dilagante.

L’Organizzazione Sindacale Agenti Polizia Penitenziaria (OSAPP) denuncia, da anni, la situazione devastante dei penitenziari italiani. Il Segretario Generale Leo Beneduci ha descritto, in una nota, quanto è accaduto nel penitenziario valdostano dove un detenuto ha aggredito un Sovrintendente e un Agente di Polizia Penitenziaria.

Il Superiore è stato colpito con una caffettiera ed ha riportato una ferita al viso guaribile in 21 giorni; l’Agente se la caverà in una decina di giorni, avendo riportato contusioni varie.

In un comunicato, l’OSAPP illustra, per l’ennesima volta, la gravità dell’accaduto. Un fatto che interessa l’intera rete carceraria nazionale. Istituti penitenziari in mano ai detenuti, ‘padroni’ incontrastati di queste strutture in cui dovrebbe vigere il rispetto reciproco fra agenti e detenuti.

“Quanto accaduto – scrive Leo Beneduci – è da ritenersi di estrema gravità. Il penitenziario valdostano è, da tempo, nel completo caos”.

L’assenza annosa della presenza fissa di un Direttore complica la conduzione. Lo sottolinea, a caratteri cubitali, Beneduci: “Da oltre sei anni, è senza un Direttore e un Comandante titolari e questo nel più totale silenzio dell’Amministrazione penitenziaria e del Dicastero della Giustizia”.

Ribadisce, inoltre, il disinteresse delle sedi preposte. “I tanti e gravissimi problemi del carcere di Aosta – scrive, in chiusura, il Segretario Generale OSAPP – sono stati, puntualmente, segnalati in ogni sede. Ma, ad oggi, senza un concreto riscontro”.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram