Press "Enter" to skip to content

Carburanti: buone notizie per il caro benzina. Ddl in approvazione tra oggi e domani

AOSTA – Potrebbe risolversi tra oggi e domani, martedì 22 marzo 2022, l’incubo del caro benzina, il cui costo superiore ai due euro al litro sta compromettendo l’intero settore economico nazionale.

Un obiettivo la cui definizione richiede ancora qualche giorno di lavoro per il Governo Draghi.

Nel decreto legge è previsto il calo di 25 centesimi delle imposte applicate sui carburanti, anziché i 10 centesimi ipotizzati nella fase iniziale.

Ribasso che, stando alle rimostranze provenienti da entrambi gli schieramenti politici, a Palazzo Chigi, è “insufficiente a colmare il divario con gli aumenti subiti”.

Reagiscono anche Assopetroli e Assoenergia: “Con il taglio delle accise i carburanti già immagazzinati con la vecchia accisa saranno venduti con la riduzione e, quindi, subiranno una fortissima svalutazione rispetto al prezzo di carico, con un danno enorme per il settore della distribuzione”.

Clima rovente e totale incertezza del futuro. Entrambe le Associazioni annunciano una mobilitazione “nel caso non vengano previsti incentivi idonei”.

Protesta preannunciata anche dagli autotrasportati della Federazione Autotrasportatori Italiani (Fai) e di Conftrasporto, con tanto di data: il 4 aprile 2022.

Intanto, la Guardia di Finanza continua ad indagare su eventuali abusi. Inchiesta che sta coinvolgendo anche sette Procure italiane.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram