Press "Enter" to skip to content

Arriva il lupo al Parc Animalier, di Introd. In costruzione l’area recintata

INTROD – Ammirare uno dei predatori alpini più tenebrosi a pochi metri di distanza, senza correre alcun rischio.

Il lupo, il mammifero delle favole, uno degli animali più intelligenti, affascinanti, entrerà a far parte della grande ‘famiglia’ dei selvatici presenti, ad oggi, nel Parc Animalier, di Introd. Un’oasi realizzata, nel 2005, su iniziativa dell’Associazione ‘ Les amis du bois’.

E’ in via di realizzazione l’area che accoglierà questi mammiferi; uno spazio di 10mila mq, l’equivalente di due campi di calcio, nella zona vicina all’ambiente dove ‘abitano’ le volpi.

Spiega alcuni dettagli Corrado Brunet, amministratore del Parc: “La passerella in legno passerà sopra il ruscello che alimenta i prati di Introd, il Ru Ponton, per arrivare all’area in cui seimila mq verranno destinati ai lupi e quattromila ai visitatori. Il tutto sarà pronto per fine giugno, inizio luglio”.

L’ingresso del lupo al Parc Animalier aumenta, in termini significativi, il numero di esemplari della fauna alpina rappresentata, ad oggi, al 90%. “Mancano ancora la lince, l’ermellino, la faina e altri. Ma – scandisce Brunet – nel tempo speriamo di riuscire a presentare, al completo, tutti i nostri animali. Un obiettivo che ci sta molto a cuore”.

Questi quattro ettari di Parco, a 800 metri di altitudine, sono fra i più visitati del Nord d’Italia. Una zona protetta in cui adulti e bambini hanno l’opportunità di ammirare la quotidianità della gran parte degli esemplari faunistici della Valle d’Aosta. Animali che vivono nella più completa serenità e libertà, al riparo dal pericolo di essere maltrattati e, soprattutto, cacciati, certi di trovare cibo in abbondanza.

Un’oasi di grande attrattiva che, per i bambini in particolare, ma anche per gli adulti, si trasforma in una sorta di ‘aula’ scolastica in cui apprendere nozioni di fondamentale importanza sulle peculiarità della vita di questi animali.

Informa ancora Brunet: Abbiamo ricevuto un finanziamento di centomila euro dal Gal (Gruppo Locale di Azione ndr), finalizzato all’incremento turistico. La costruzione di questa nuova area contribuirà a valorizzare una ripartenza dell’attività che, per noi, si sta prospettando sotto i migliori auspici”, conclude l’amministratore del Parc Animalier, di Introd.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram