Press "Enter" to skip to content

Appalti truccati a Valtournenche: chiesti sette anni carcere per tre impresari di ‘Edilvu’

AOSTA -E’ ancora in corso, davanti ai giudici del Tribunale di Aosta, il dibattito relativo alla corruzione negli appalti, nel Comune di Valtournenche.

Municipio di Valtournenche

Questa mattina, mercoledì 2 marzo 2022, il pm Luca Ceccanti ha chiesto una condanna a sette anni di reclusione per i tre principali imputati, soci dell’impresa Edilvu, di Challand St.Victor. Sono: Loreno Vuillermin (71 anni), Renza Dondeynaz (67 anni) e il figlio Ivan Vuillermin (48 anni).

L’accusa per i tre impresari è di concorso in corruzione, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e dichiarazione fraudolenta, mediante l’uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti.

Il giro di corruzione in appalti pubblici, risalente al periodo 2014/2018, è stato smascherato dai Carabinieri della stazione di Cha^tillon/Saint Vincent. Dall’indagine era emerso che la Edilvu aveva versato tangenti per un ammontare di 50 mila euro all’ex direttore dell’Ufficio Tecnico Fabio Chiavazza per garantirsi numerosi appalti.

La parte civile, il Comune di Valtournenche, ha chiesto un risarcimento di 120 mila euro per danno di immagine, a cui si aggiungono quello patrimoniale e da tangente.

Chiavazza, perno dell’inchiesta, è già stato condannato, nel processo con rito abbreviato, a sei anni di reclusione, a giugno 2021, dal gup, di Aosta.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram