Press "Enter" to skip to content

Allenare il corpo e la mente: obiettivo del progetto ‘Bondzor’ lanciato dal Comune di Charvensod

CHARVENSOD – L’amministrazione comunale di Charvensod non si ferma. Dopo la proposta di mobilità sostenibile ‘Boudza tè’, rivolta agli adulti, gli amministratori coinvolgono, in questa seconda tranche, i più giovani, invitandoli ad aderire al programma di benessere fisico e mentale dal titolo beneaugurante: ‘Bondzor’.

Il sindaco Ronny Borbey scende in dettaglio: “Abbiamo scelto di lanciare il progetto Bondzor in quanto riteniamo che i nostri bambini debbano vivere, ogni giorno, un buongiorno, nel quale, risvegliando il loro corpo, attiveranno la loro mente per valorizzare le loro abilità. L’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile – sottolinea Borbey – è stata un nostro punto di riferimento. In particolare, abbiamo sviluppato alcuni obiettivi ai quali anche le amministrazioni pubbliche devono guardare per il loro futuro di comunità sostenibili”.

In questa prima fase, ‘Bondzor’ si rivolge ai bambini del territorio; l’idea dell’Amministrazione è di estenderlo anche agli adulti, incitandoli ad adottare comportamenti sempre più corretti per la propria salute fisica e mentale, oltre che per la prevenzione delle malattie croniche.

Camminare per quindici minuti, ogni giorno, in avvio dell’attività scolastica del mattino e del pomeriggio. Invito rivolto agli alunni delle due scuole primarie, di Charvensod. Una semplice camminata per rendere corpo e mente più reattivi, predisposti alla concentrazione, allo studio e all’attività scolastica.

Un progetto in cui emerge anche il benessere garantito da una alimentazione e da uno stile di vita corretti. La camminata offrirà, oltretutto, ai bambini l’opportunità di conoscere e ammirare le peculiarità del loro territorio, favorendo anche gli aspetti di socializzazione e relazionali.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram