Press "Enter" to skip to content

20 maggio 2022: la Giornata Mondiale dedicata alle api

AOSTA – Oggi, venerdì 20 maggio 2022, è il World Bee Day, istituito il 18 ottobre 2017, per volontà dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

In Valle d’Aosta, è il Comune di Cha^tillon, il ‘capofila’ di questo appuntamento così speciale. La località della media Valle dove, ogni anno, si organizza ‘La sagra del miele e dei suoi derivati’, apre ai festeggiamenti dalle ore 17, in località Perolles, con attività divulgative e didattiche rivolte a chi è interessato ad approfondire la conoscenza di questi insetti, a cui l’umanità deve l’enorme contributo nella salvaguardia e nella salute dell’Ambiente.

La ‘kermesse’ è organizzata dal Consorzio Apistico, di Saint Marcel, presieduto da Patrick Stévenin, dalla cooperativa ‘Miel du Val d’Aoste’ e dall’Istituto alberghiero. Una giornata in cui ai partecipanti verrà offerta l’opportunità di addentrarsi nel mondo di questi imenotteri, gustando squisite specialità preparate con il loro prodotto, il miele.

Per i 530 apicoltori della Valle, riuniti nel Consorzio apistico, si presenta una efficace opportunità di divulgare la loro passione; una vera e propria arte, affinata di giorno in giorno, con l’obiettivo di proteggere queste ‘amiche’ della Natura.

Al corso base di apicoltura 2022 hanno partecipato in 25, impegnati in otto giornate di teoria e di pratica, svolte nell’apiario didattico, a Saint Marcel.

Alle ore 18.00, la festa ‘vira’ su attività di avvicinamento all’analisi sensoriale del miele, con la degustazione guidata da tecnici regionali.

E, alle ore 19.00, non può mancare il classico ‘aperi-cena’ con il trionfo dei prodotti tipici valdostani uniti ai mieli della Valle d’Aosta e curati dallo chef Franco Rotella.

In fine giornata, le Compagnie ‘La Vièi dou Beufet d’Arnà’ e la ‘Compagni dou Beufet, di Arnad’ intratterranno i partecipanti, dalle ore 21.00, proponendo rappresentazioni di teatro popolare in cui si valorizzano le molteplici tradizioni del territorio valdostano.

La raccolta del miele è diventata, negli, ultimi anni, una vera e propria incognita. E anche il rovello degli apicoltori: “I cambiamenti climatici hanno sconvolto la nostra passione-attività”, affermano, ribadendo un monito essenziale: “Salvare le api per salvare noi stessi”. L’attività di impollinazione dei fiori di questi instancabili insetti mantiene la sicurezza alimentare dell’umanità.

L’anniversario della ‘Giornata Mondiale delle api’ coincide con la nascita di Anton Jansa, pioniere, nel XVIII secolo, delle tecniche di apicoltura moderna, in Slovenia, il suo Paese natale.

Uno stato balcanico che, nel 2011, per primo, ha vietato l’uso di pesticidi a danno delle api, sul territorio nazionale.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram