Press "Enter" to skip to content

7 gennaio: giorno indicato dal governo centrale per apertura scuole

AOSTA – La scelta avanzata da Palazzo Chigi è destinata a suscitare dibattiti roventi, anche perché la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina mira, da mesi, ad una accelerazione del ritorno fra i banchi.

Le scuole sono pronte ad una apertura, a breve”, assicura.

Dalle Regioni arrivano richieste di apertura nel 2021. In Valle d’Aosta, la proposta di una riapertura il 9 dicembre dell’anni in corso, è stata respinta al mittente dall’assessore all’Istruzione Luciano Caveri: “Pura demagogia – ha contestato -. Un’apertura ‘en vitesse’, specie con l’imbuto dei trasporti ad orari differenziati, per via del limite del 50% di passeggeri sugli autobus”.

L’assessore Luciano Caveri

Il nodo dovrebbe sciogliersi nell’incontro, previsto a breve, fra il Premier Conte e le Regioni. Saranno i Presidenti e i Governatori ad illustrare le varie posizioni decise per rispondere a questa problematica che, da troppo tempo ormai, è oggetto di scontri fra le forze politiche del governo nazionale .

Il passaggio di fondamentale importanza continua ad essere la collocazione delle Regioni nelle tre zone. Se, come si annuncia a livello nazionale, l’Italia diventerà, a breve, un ‘giallo’ unico, il ritorno in classe cesserà di scaldare gli animi.

Gli studenti delle medie saranno i primi a varcare i portoni degli Istituti scolastici; a gennaio, ritorneranno in classe quelli delle scuole superiori.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram