Press "Enter" to skip to content

St.Nicolas: Centro estivo ‘Natura in Avventura’ chiude con un ‘dieci e lode’

SAINT NICOLAS – “In base ai numeri possiamo tranquillamente parlare di una scommessa vinta. Per la prima volta si è deciso di proporre questo servizio in una zona montana ed i numeri hanno dato ragione a tale scelta”.

Soddisfatto e galvanizzato dal riscontro ottenuto Davide Sapinet primo cittadino di Saint Nicolas, Comune a 1.200 metri di altitudine, distante 15 chilometri dalla città capoluogo. Una località in cui l’avvio del primo Centro estivo “decisamente green’, puntualizza il sindaco, ha attratto un’attenzione eterogenea grazie alle molteplici attività organizzate dalle Guide escursionistiche e della Natura. Un insieme di proposte finalizzate alla scoperta di un territorio e di una natura incontaminati.

Sottolinea Sapinet: “Dobbiamo anche al notevole contributo garantito da ‘ Le Foyeril successo di questa struttura estiva. L’impegno nella preparazione di pranzi e merende ha completato un’iniziativa che, ne sono certo, verrà riproposta la prossima estate. Dovrà, quindi, essere tenuta in giusta considerazione nella prossima gara d’appalto per la conduzione dell’area sportiva e dell’adiacente ‘Foyer'”.

L’entusiasmo per questo risultato incentivante non mitiga l’impegno prioritario che si sta affacciando con ritmi incalzanti: l’imminente avvio dell’anno scolastico 2020/2021. Anno scandito da interventi mirati, dettati dall’emergenza Covid-19.

Ancora Sapinet: “L’Amministrazione è al lavoro per portare a termine gli interventi imposti dalle prescrizioni anti Covid. Attività consistente sia dal punto di vista operativo, sia per quanto attiene all’aspetto economico. E’, in ogni caso, di fondamentale importanza considerato il ruolo strategico rappresentato dalla scuola”.

Si sofferma sulla particolarità delle scuole di montagna “rilanciate dalla pandemia. Scuole prive dei grandi numeri, ma che, come nel caso di Saint Nicolas, sono riuscite, nel tempo, ad erogare servizi qualitativi anche in momenti di grandi difficoltà”, ricorda.

Esemplifica, soffermandosi sul servizio di refezione in cui vengono serviti pasti preparati “in loco e con prodotti a km zero”. Non solo. Sapinet tiene ad evidenziare lo scuolabus, mezzo che raggiunge quasi tutte le frazioni e, dove la conformazione del territorio lo impedisce, le famiglie hanno l’opportunità di usufruire di un bonus.

Un ventaglio di offerte che, non solo incentiva gli amministratori, ma, stando a quanto asserisce il sindaco, sta attirando l’attenzione di nuclei famigliari residenti in Aosta o in altri Comuni intenzionati a scegliere St.Nicolas come possibile luogo per una nuova residenza.

Il nostro Comune – conclude Davide Sapinet – sta registrando un lento, ma costante incremento demografico nonostante il calo di nascite emerso a livello nazionale”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram