Press "Enter" to skip to content

Slot Café: Tar respinge ricorso contro limite di orari di apertura

AOSTA – La società proprietaria dello Slot Café, in via Chambéry, ad Aosta, ha presentato un ricorso al Tar in cui ha contestato la delibera comunale relativa al regolamento sulle sale gioco; istanza che risale a novembre 2019 e pone al centro l’orario di apertura al pubblico imposte a questo settore: 10/12; 14/16; 18/20; 22/24.

Fasce orarie contestate dai titolari della società in quanto giudicate lesive e illegittime. Dissenso che li ha portati a rivolgersi al Tar.

Oggi, i giudici del Tribunale Amministrativo Regionale hanno ‘bocciato’ la richiesta di annullamento della delibera, approvata dall’Amministrazione cittadina, con la seguente motivazione: ‘Le doglianze sono complessivamente infondate’.

Secondo il parere del Tar “la parte ricorrente non ha dimostrato di subire alcuna lesione dalle disposizioni riguardanti tali aspetti, stante la loro irrilevanza in ordine al perdurante svolgimento della propria attività’.

Il Tar ha, poi, respinto anche la questione riferita alla disparità di trattamento con il Casinò di Saint Vincent.

Nel merito, i giudici scrivono: “La casa da gioco è collocata in altro Comune e comunque soggetta ad una disciplina speciale, da cui discende l’impossibilità di operare alcun confronto rispetto al parametro discendente dall’articolo 3 della Costituzione, che subordina l’applicabilità del principio di uguaglianza a situazioni sostanzialmente identiche”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram