Press "Enter" to skip to content

Parcheggi rosa inseriti nel Codice della strada con pesanti sanzioni per occupazione abusiva

AOSTA – Si riunirà il 21 ottobre la Commissione comunale viabilità per avviare una ricognizione degli attuali stalli rosa, riservate alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni.

L’inserimento fra i rettangoli blu e rosa è sempre stato considerato un ‘atto di cortesia’ delle istituzioni verso le donne in dolce attesa. Dopo la recente approvazione del Dl che sancisce questa infrastruttura parte integrante del Codice della strada, sono previste sanzioni molto pesanti per gli automobilisti che li occupano senza averne diritto.

Rincarate, poi, le sanzioni per chi parcheggia nei rettangoli destinati ai disabili; multe che oscillano dai 168 ai 672 euro.

Il decreto offre ai Comuni anche l’opportunità di riservare posteggi a carattere permanente o temporaneo. Non solo. Le amministrazioni cittadine possono consentire la sosta gratuita nei parcheggi blu a persone con disabilità qualora i loro stalli risultino occupati.

Soddisfatto l’assessore all’Ambiente Loris Sartore: “Finalmente gli stalli rosa sono stati trasformati da ‘posto di cortesia’ in diritto vero e proprio e per dare corpo a tale previsione normativa, ci siamo attivati riunendoci con gli uffici e confrontandoci con la Polizia Locale. Dovremo, inoltre, definire – anticipa Sartore – gli aspetti regolamentari per il rilascio del ‘permesso rosa’, oltre a stabilire e realizzare le modificazioni da apportare alla segnaletica verticale”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram