Press "Enter" to skip to content

Mascherine: estate 2020 con protezioni glamour, fashion, ‘di tendenza’

AOSTA – ‘ Di necessità, virtù’, recita un adagio popolare. La necessità, anzi, l’obbligo di indossare la mascherina può diventare una preziosa opportunità per creare un innovativo accessorio di abbigliamento in questa estate, ormai, alle porte.

In cotone, seta, pizzo, voile: la mascherina diventa un ornamento del viso per ogni occasione. L’imminenza della stagione del Sole non ne sospende l’utilizzo e la mascherina può trasformarsi in un completamento del ‘look’; un insieme armonioso privo di eccessi, ma ricco di femminilità.

Un ‘gioco’ cromatico in cui, anche gli opposti, possono valorizzare l’insieme della ‘mise’. L’originalità nel confezionare la mascherina è soggettiva ed è ‘offerta’ sul vassoio dalle giacenze di abiti dimenticati in qualche cassetto.

La camicetta in pizzo macramé che, da anni, non indossiamo perché superata dalle nuove tendenze, può diventare un vezzoso ‘copriviso’ ispirato a stili retrò.

Il ritaglio di una sciarpa in tessuto leggero, ideale da sfoggiare nei giorni della canicola, assume l’aspetto di un capo di abbigliamento a forma di cuore, impreziosito da paillettes o perline, valorizzato da una maglia aderente, in tinta, con collo alto e spalle scoperte.

Mascherine che non devono passare inosservate per colore, foggia e stile. La pandemia, nel suo dramma, ha il pregio di aver potenziato la fantasia di chi ha già ricevuto dal Destino una forte predisposizione alla creatività. E l’arte della pittura può esaudire il desiderio di decorare questi dispositivi di protezione individuale. Bianchi, quindi, nelle occasioni o cerimonia dove ufficialità e sobrietà sono d’obbligo. Decorati con tinte tenui per alleggerire l’austerità e allinearsi al contesto.

Che dire, poi, delle allieve delle scuole di danza classica. Potrebbe partire da loro il lancio della moda estate 2020 delle mascherine ‘glamour’. Ballerine che, insieme con i loro ‘tutù’ e le scarpette in raso, indossano il ‘coprivolto’ in tinta, decorato con luccicanti bijoux, da esibire durante i saggi di fine corso. E dalla platea non potrebbero che echeggiare scroscianti applausi per la loro maestria nella danza e anche per l’originalità dell’accessorio proposto, in anteprima, sulla altisonante passerella.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram